22.2.13

Zuppa di miglio al pesto di salvia

Pesto alla salvia

Sono tornata da Montepulciano col desiderio di provare a fare il pesto di salvia (provato lo scorso weekend coi pici) e avevo del miglio che mi è stato regalato per Natale. Volevo cucinarlo ma, essendo la prima volta, non sapevo bene come, fino a che mi sono imbattuta in una ricetta di Serena che mi ha dato due dritte per il rapporto miglio/acqua. Il miglio che mi hanno regalato è di un'azienda biologica toscana in provincia di Pisa, Floriddia, la cui pasta apprezzo molto (mi piacciono molto anche le loro etichette). Questa azienda produce pasta, legumi e altri cereali come il miglio, molti di essi sono antichi e recuperati dalla memoria ancestrale. Il miglio è uno di quei cereali ormai divenuto insolito ed è un peccato, perché ci si possono preparare piatti molto gustosi ed è pure semplice da cucinare. Si cucina in modo analogo al riso, tanto che ci si possono fare, oltre che alle minestre o insalate, anche dei dolci. Il pesto di salvia dà alla delicata minestra di miglio senza dubbio un gusto più energico e deciso che ci sta davvero bene.

Pesto invernale di salvia

Il grande cespuglio di salvia che ho in giardino cresce rigoglioso e selvaggio e mi offre le sue foglie tutto l'anno. Il pesto di salvia lo si potrebbe anche chiamare un pesto invernale, visto che la salvia è un'erba molto usata d'inverno in zuppe e minestre. Con queste giornate a cavallo tra inverno e primavera una minestra col pesto è un piatto che tiene il piede in due staffe. Mi ha ricordato il minestrone alla ligure che mi piace moltissimo, ricco di molte verdure e insaporito alla fine con lo squisito pesto al basilico, che è l'erba aromatica tipicamente legata all'estate. La salvia è una pianta che si ha a disposizione tutto l'anno ed io fino ad oggi l'ho usata soprattutto in zuppe, con legumi, fritta o per aromatizzare carni e pesci. Ebbene, è anche un condimento squisito e diverso dal solito!

Zuppa di miglio al pesto di salvia



"This must be the place", un pò di musica da uno dei miei film preferiti.

Zuppa di miglio al pesto di salvia

 
Ingredienti
(per 4 persone)

3 cucchiai di olio d'oliva extravergine
1 porro, a fettine
1 piccola patata, tagliata a cubetti
1,5 l. brodo vegetale
150 gr. miglio decorticato
Sale
Pepe nero

Per il pesto di salvia:

15 gr. foglie di salvia
10 gr. mandorle spellate
1 aglio medio
40 gr. parmigiano
Olio extravergine di oliva
Pizzico di sale

Preparare il pesto.

  1. Nel robot da cucina frullare la salvia, le mandorle, l'aglio e il parmigiano fino ad ottenere un trito abbastanza fine. 
  2. Aggiungere l'olio, quanto basta per ottenere un pesto morbido ma compatto, ed emulsionare per qualche secondo. Aggiustare di sale.
  3. Conservare il pesto in frigo, in un barattolino di vetro e ricoprirlo di poco olio extravergine per conservarlo bene e prevenire l'ossidazione.

Preparare la zuppa di miglio.

  1. In una pentola da risotti scaldare a fuoco medio l'olio, poi soffriggere il porro per un paio di minuti.
  2. Aggiungere i cubetti di patate, lasciarli insaporire per qualche minuto.
  3. Aggiungere il brodo bollente, portare ad ebollizione e cuocere per ca. 20 minuti o fino a che i cubetti di patate non saranno teneri.
  4. Con il frullatore a immersione, frullare grossolanamente il brodo. Riportalo a bollore e aggiungere il miglio.
  5. Cuocere il miglio per ca. 40 minuti, mescolando ogni tanto, e aggiustare di sale e pepe.
  6. Servire la zuppa di miglio bollente, aggiungendo alla minestra un bel cucchiaino di pesto di salvia e mescolare brevemente. Condire a piacere con un filo d'olio extravergine.

Con questa ricetta partecipo al contest del Food Revolution Day Milano - Ricette NEP:

ricetta theblackfig per food revolution

4 commenti:

  1. Ma sai che il pesto di salvia non l'ho mai provato? Dev'essere profumatissimo! Mi piace questa ricetta :)
    Buon fine settimana!

    RispondiElimina
  2. Ciao Elisa, si, è stata davvero una scoperta. Temevo fosse troppo acuto ma invece, con le giuste dosi di parmigiano, mandorle e olio, è davvero buono :-) Anche a te buon fine settimana!!

    RispondiElimina
  3. ciao mi sono unita ai tuoi lettori! troppo carino il tuo blog! ci sono tanti spunti interessanti :) avendo anch'io un cespuglio di salvia in giardino non ho mai pensato di farci il pesto...forse perchè ha un sapore molto forte..vorrei provare, mi assicuri che il sapore è delicato?? grazie in anticipo :)

    RispondiElimina
  4. Ciao! che bello :-) Grazie, ti assicuro che con quelle dosi si ottiene un pesto alla salvia delicato, perché viene smorzato dal parmigiano e dalle mandorle. Spero ti piaccia!

    RispondiElimina

Non vedo l'ora di leggere i vostri commenti! Mi raccomando, non inserite link nel commento, quello al vostro profilo va benissimo. Se è la prima volta che passate di qui, vi ricordo la mia Comment policy. Sono qui che vi aspetto, fatevi leggere!